.Discarca a contrada Ischia:

verbale della commisione tecnica di analisi di

agosto-novembre 2007.

NdR: il territorio non sarebbe idoneo, ma alla fine la discarica

si può fare: è la solita storia italiana dove la politica

decide anche le questione tecniche.

E' questa la decisone che la sinistra che ha

governato il comune e che governa la provincia

hanno scritto nel dna del nostro paese.

Perchè, poi, se il Commissariato per l'emergenza decide di

stoccare le balle il luoghi protetti

dall'amministrazione provinciale, è la stessa amministrazione

ad opporsi alla individuazione di altri siti fatta sempre da tecnici

del commissariato sull'emergenza riufiuti: il commissariato

ha individuato altri 2 siti nell'alta irpinia e la presidente

della provincia si batte perchè quelle terre non siano toccate.

La stessa presidente in una intervista ad una tv locale afferma che

a Savignano o nei comuni confinanti con la Puglia

si possono fare discariche, ma non nell'alta irpinia.

Come possiamo dare fiducia alle istituzioni...

non meritano più nemmeno le lettere maiuscole.

Una buona proposta, che noi sosteniamo sempre,

sarebbe la municipalizzazione: ogni comune provveder da sè.

Come dire: andiamo a Savignano, tanto lì ci sono i "ciucci"

Per i dettagli cfr documento allegato e

link riportati tratti da www.irpinianews.it

Municipalizzazione

Opposizione della provincia alla realizzazione di siti nell'alta irpinia 1

L'opposizione è forte e può arrivare al ricorso al TAR

La provincia si oppone al sito a Chianche e Petruro Irpino

P